martedì 30 maggio 2017

Un divano di velluto

La mia wishlist è in incessante aggiornamento.
Capita anche a te di perdere la testa per qualcosa ed iniziare a vederla casualmente ovunque? Un paio di scarpe, un taglio di capelli, un colore...
Io mi innamoro spesso di elementi di arredo, che mi ossessionano per giorni e giorni come un pensiero fisso.
L'ultimo pezzo che ho aggiunto alla mia wishlist è un divano di velluto.

Mi trovo immersa in fantasticherie che lo vedono protagonista del mio salotto (ora una bianca scatola vuota), circondato da una parete tappezzata di wall hangings in tinta.

Quello che mi piace del velluto è il modo in cui fa risaltare i colori. Basta accarezzarlo con una mano per scoprire una nuova sfumatura della tinta di base.

Quello che spaventa, è sicuramente la manutenzione.
Il velluto è delicato, ma per pulirlo a secco basta ricordarti:
- di non usare acqua calda
- di bagnare il rivestimento il meno possibile
- di usare una miscela di acqua+sapone di marsiglia oppure acqua+detersivo per piatti per smacchiare
- che puoi usare i prodotti per i sedili delle auto; in commercio ci sono anche delle salviette praticissime che funzionano davvero!

Elegante, sofisticato e prezioso e sbalorditivamente azzeccato in ambienti dal sapore boho o etnico. è questo il mood in cui lo preferisco.









mercoledì 17 maggio 2017

La Casetta si veste di boho

Sole, caldo e tanta luce, più a lungo. Sta arrivando l'estate ed io, come ad ogni cambio di stagione sento il bisogno di aggiungere qualcosa di nuovo nella Casetta.
In particolare, in questo periodo sono molto "orientata" verso l'effetto jungle ed i tocchi boho. 

Quando ho visto il "vecchio-nuovo" tappeto che mamma aveva a casa non ho saputo resistere. Il disegno geometrico centrale che si intravede in un mare di tinte tenui e le frange che lo contornano hanno dettato il colpo di fulmine. Doveva essere mio (woahahahaha, risata malefica)!

Era della nonna e per mantenere questa coerenza nel passaggio da generazione a generazione ho pensato che sarebbe stato carino portarlo a casa mia. Dato che la mia mamma mi ama tanto, me lo ha concesso e...ta-daaa!
Eccolo qui, nella mia cucina a fare da padrone aggiungendo quel tocco boho-vintage che mancava per dare carattere alla stanza.
Io me ne sono innamorata: trovo che connetta alla perfezione la cucina al tavolo, vestendo quella porzione di pavimento che li separa.




 La top new entry della Casetta è lei: una poltroncina in rattan che proviene, insieme alla sua sorellina (che vi mostrerò quando sarà ancora più bella), dalla zona accumulo rifiuti accanto alla campana del vetro. Io le ho viste, mi sono intenerita, ho fatto fare inversione al mio papà e le ho caricate in macchina circondata dai suoi mugugni di disapprovazione.
L'ho levigata ed idratata e, anche se c'è ancora qualche imperfezione, la adoro!
Ora il mio salotto ha una seduta in più.








La seconda novità nasce da un'esigenza di spazio. La cucina della Casetta è piccola, ma sono comunque riuscita a farci stare tutto quello di cui ho bisogno. Quello che davvero non riuscivo a sistemare era la questione 'raccolta differenziata'. 
Lo scomparto sotto il lavabo non è sufficiente a contenere tutti i bidoncini. Allora ero costretta a nascondere i cestini di troppo nel camino! 
Dopo una lunga ricerca, ho trovato dei piccoli contenitori di metallo trattato con verniciatura opaca. Ne ho scelti tre in tinte differenti. Sono poco ingombranti, ma allo stesso tempo hanno la giusta capienza (considerando che la Casetta è abitata solo da me). Adesso nell'armadietto sotto il lavabo c'è spazio per il vetro, la carta e i prodotti per la pulizia della cucina. 
P.s. Il tappeto accanto ai bidoni è sempre lo stesso, ma in versione "rovescio". Chi stabilisce qual è il lato da mostrare?





Per quanto riguarda l'effetto jungle, dopo aver ricoperto l'ingresso di succulente, ho comprato una Dieffenbachia, una pianta da interni originaria dell'America tropicale. La parte centrale delle foglie è in una nuance di verde più chiara dell'esterno.

Scrivendo questo post, ho scoperto che la sua linfa è velenosa! Quindi farò attenzione ad indossare dei guanti per maneggiarla.
Il mio obiettivo è farla crescere tanto per poi posizionarla accanto al divano.
Comprarne una già grande sarebbe stato più immediato, ma senz'altro meno soddisfacente. A proposito, sai darmi qualche dritta per farla diventare una piantina grande e forte? 






Ora dimmi, ti piacciono le novità della Casetta?
Qual è la tua preferita?

mercoledì 3 maggio 2017

Risorse online per la scelta dei colori

Quando abiti un luogo è importante che tu sia circondato dalla giusta atmosfera, per avere gli stimoli necessari ad affrontare la quotidianità. Forse non te ne rendi conto, ma i colori incidono molto sul tuo umore e sul tuo livello di concentrazione.
La tua casa è il luogo in cui riposerai, farai progetti per il futuro, accoglierai gli amici, cucinerai e farai le faccende. Devi fare di tutto per renderla accogliente, per sentirti a tuo agio e per far sentire allo stesso modo i tuoi ospiti.
Assicurati di scegliere la tinta più giusta per te per le tue stanze (qui trovi un prezioso consiglio per farlo).
Puoi aiutare la fantasia sfogliando riviste del settore, creando bacheche Pinterest e utilizzando queste tre risorse online che io ho trovato super utili.

Coolors.co è un sito ed un app che permette di generare velocemente palette di colori, partendo da un certo numero di colori di base.
Non è necessario iscriversi per iniziare a "spalettare". Basta cliccare su "Start the generator, it's free!". Puoi caricare colori da un'immagine, oppure iniziare a far scorrere le palette semplicemente cliccando la barra spaziatrice sulla tastiera. Quando ti passa davanti il colore che vuoi a tutti i costi o che magari sai che sarà nel tuo ambiente perché è lo stesso di quell'elemento che di certo non mancherà, puoi bloccarlo con il simbolo del lucchetto.
A questo punto, continuando a cliccare la barra di spazio, attorno alla tua tinta di base si formeranno degli accostamenti cromatici. Blocca quelli che ti convincono di più, aggiusta le tonalità e salva la palette in formato immagine (per salvare devi iscriverti).
Puoi stampare la palette e portarla con te durante gli acquisti per la casa.



La tabella RAL è uno standard Europeo volto a definire i colori.
Come faccio a comunicare a parole il colore che mi piace?
Negli anni ho capito che non tutti riescono ad associare un colore al proprio nome (anche perchè ci sono tantissime nuances di ogni tinta e sarebbe impossibile ricordarle tutte!). Magari ti piace una tonalità x di verde a cui non sai dare un nome (io, per esempio. non sapevo come si chiamasse questa fino a poco tempo fa) e vai in crisi solo al pensiero di doverla spiegare al tuo negoziante di fiducia per comprare, chessò, una tenda verde x.
La tabella RAL ti facilita estremamente le cose, anche per quanto riguarda gli acquisti online e gli ordini per prodotti su misura artigianali. Ogni tonalità ha un solo ed unico codice ad essa relativo.
Si può anche acquistare la mazzetta con i campioncini, in modo da averla sempre a disposizione.



Pantone Studio è un'app collegata a Pantone, l'istituto del colore che ha il compito di decretare i color trend e di studiare il loro impatto in ambito commerciale.
Pantone studio permette di catturare i colori da un tuo scatto (lo fa automaticamente, ma puoi anche selezionarle tu) attribuendogli nomi e codici Pantone. Credimi, è divertente!
Puoi cercare su Pinterest il nome della tinta che più ti piace, associando alla ricerca la parola "home" oppure "interiors", così da poter prendere ispirazione per arredare il tuo spazio. 




Conoscevi già queste risorse? Le avevi mai provate? Se pensi che siano utili, se ti va condividi questo post, o cinsiglialo ad un amico che sta rinnovando o arredando uno spazio!

Post più popolari