domenica 26 giugno 2016

Octopus duo: tutorial uncinettoso



Che simpatica questa coppia di amici. Realizzarla è facile facile. 
Partiamo dalla testa. Io ho usato il bianco come colore di base. 
Per prima cosa montiamo 5 catenelle dalle quali ricaveremo un quadratino di 4pb x 4 giri.




In seguito facciamo un giro di punto basso in costa per tutto il perimetro del quadrato (16pb). Lavorare in costa significa prendere solo uno dei lembi della V. In questo caso, prenderemo quello interno. Questa operazione serve a far "sollevare" i giri successivi in modo che non risultino in piano come la base, ma che si sviluppino in altezza. Chiudiamo il giro in costa con un punto bassissimo, sempre in costa.





Torniamo alla lavorazione "normale" e continuiamo per tre giri di perimetro, dopodichè chiudiamo il lavoro. 
Passiamo l'uncinetto in una maglia qualsiasi e afferriamo il filo del nuovo colore dall'altra parte delle maglie. Realizziamo una catenella per assicurare il nuovo filo e continuiamo con un giro di punto basso. Arrivati alla fine del giro (dove abbiamo iniziato a lavorare con il nuovo colore), chiudiamo con un punto bassissimo. 


Realizziamo un nuovo giro con il secondo colore, alla fine del quale montiamo 4 catenelle. 


Nel secondo anello (a partire dalla posizione dell'uncinetto) facciamo un punto bassissimo, nel terzo un punto basso, nel quarto una mezza maglia alta.

Come si fa la mezza maglia alta?
Filo sull'uncinetto, puntiamo l'uncinetto nella catenella. Estrarre il filo, filo su uncinetto. 
Concludere facendo passare il filo attraverso le tre maglie sull'uncinetto.



Abbiamo così facendo, ottenuto un triangolo che sarà uno dei tentacoli del polipo. Fissiamo il triangolo con un punto bassissimo, nella terza maglia dopo la catenella (vedi foto).



Realizziamo altri tentacoli e chiudiamo il lavoro.



Il nostro polipo è pronto!





Facciamo passare uno spago attraverso la "testa" ed effettuiamo un nodo nella parte interna. Ora possiamo appenderlo al soffitto o utilizzarlo come paralume. 



L'Octopus duo è perfetto per decorare camerette, porte, balconi, case al mare, ristoranti e co., con ironia.




Se non avete voglia di uncinettare, trovate l'Octopus duo nel mio shop online! Scrivetemi pure qui per ordinare il vostro duo personalizzato.


mercoledì 22 giugno 2016

Home tour: mix&match in stile vintage nordic

Vagando su Pinterest mi sono imbattuta in un'adorabile abitazione in perfetto stile ChiccaCasa.
Vi porto in Norvegia, nella casetta color cipria di Inger Lill.
Ad accoglierci all'ingresso, un manto verde che culmina in una scalinata mattonata in ardesia. 
Provo invidia pura per quel giardino tanto pulito e curato che rispecchia l'essenza dell'interno.


Arredi vintage e decòr nordici si mescolano alla perfezione in uno sfondo total white, luminoso ed essenziale.

Alcuni arredi di famiglia hanno subito restyling a colpi di chalk paint (i miei preferiti sono l'armadio carta da zucchero e le sedie shabby in stile farmhouse).
Nella zona living il divano ospita colori e fantasie differenti che conferiscono all'ambiente un tono easy e spiritoso.




Uno chandelier, una "About a Chair" e una credenza anni '50: il mix&match in sala da pranzo scalda l'ambiente e fa esclamare "woooow!".



In cucina una piattaia di recupero fa da vetrina ad utensili e stoviglie. Il bianco abbraccia gli arredi retrò e li rende i protagonisti della scena.


 Sul retro uno spazio coperto da un'affascinante soffitto in legno funge da patio.



Inger, passerò per un caffè, che ne pensi?

Pics via Bolipluss

domenica 19 giugno 2016

Crochet stars: Molla Mills


Fili, uncinetti e tanta passione. Molla Mills è l'idolo di ogni crocheter. Il suo stile vintage e l'altissimo livello dei suoi prodotti affascinano milioni di uncinettatori seriali.



Molla è figlia "d'arte": papà falegname, mamma crafter e nonna sarta. A 13 anni era già in grado di creare i suoi abiti da sola, utilizzando la macchina da cucire. 
Questa donna ha fatto del crochet il suo mestiere. Autrice di numerosi libri tra cui il celebre "Modern Crochet", tiene spesso interessanti workshop (trovi qui il calendario) in cui coinvolge i suoi fan. 

I suoi articoli must-see sono quelli "pixelati", ispirati all'optical dell'arte anni '60. Per ottenere una lavorazione simile bisogna conoscere il tapestry crochet: la tecnica del cambio di colore che prevede l'utilizzo in contemporanea di due gomitoli di colori differenti.


1. 2.



 Molla è famosa in tutto il mondo ed ha una linea di filati che porta il suo nome.


La trovi qui:
Official website: http://mollamills.com/
Books: Amazon



domenica 12 giugno 2016

Quadretto vintage DIY

Buon Lunedì uncinettoso a tutti!
Oggi realizziamo un quadretto decorativo in stile vintage con l’aiuto del crochet. Vi siete allenati vero?


Tutto ciò che ci serve è:
- fettuccia ed uncinetto
- cartone (va benissimo una scatola per scarpe)
- colla a caldo
 - colla stick
- fiori finti o freschi
- carta decorata a scelta per lo sfondo
- forbici o taglierino
- spago
- bucatore



Partiamo dalla cornice. Non temete, lo schema è facile facile.


->Salva lo schema sul tuo PC o fai uno screenshot dal tuo smartphone per conservarlo e lavorarci in un secondo momento! In questo modo potrai anche zoommarlo a tuo piacimento.



1° giro: partiamo con 58 catenelle che chiuderemo con un punto bassissimo a formare un cerchio.
2° giro: *17 pb, un aumento di tre nella maglia successiva (3 punti bassi nella stessa maglia) – 11 pb, un aumento di tre nella maglia successiva*. Ripetere da * a *. Chiudere il giro con un punto bassissimo.
3° giro: °19 pb, 1 aumento di tre nella maglia successiva – 12 pb, 1 aumento di 3 nella maglia successiva°. Ripetere da ° a °. Chiudere con un punto bassissimo.
4° giro: concludere con un giro di punto bassissimo (un pbss per ogni maglia del giro sottostante) per rifinire il lavoro.
Tagliamo il filo e chiudiamo.

La nostra cornice è pronta, ma ha bisogno di un sostegno.
Calchiamo su un foglio di cartone (io ho usato il coperchio di una scatola di scarpe) il profilo della nostra cornice e ritagliamolo.




Incolliamo la cornice al cartone con la colla a caldo.



Ritagliamo un rettangolo in cartone più grande dell’apertura della cornice e rivestiamolo con una carta a scelta.



Io ho scelto una carta quadrettata, per dare un tocco ironico al quadretto.
Incolliamo fiori a scelta con la colla. Scegliete colla a caldo per i finti e colla stick per quelli veri, in modo da poterli sostituire facilmente quando appassiranno.



Infine, fissiamo il cartone con i fiori alla cornice. Potete usare i fermacampioni in modo da poter cambiare il quadretto a vostro piacimento o la colla per una scelta definitiva.
Se volete appenderlo , potete creare due fori sul retro, farvi passare uno spago e chiuderlo in cima con un cappio per un ultimo tocco vintage.


Ed ecco il mio quadretto vintage. Mi piace l’abbinamento verde salvia + rosa!





-> Se realizzi un quadretto anche anche tu con questo tutorial, invia la foto a federicadelborrello@gmail.com!

giovedì 9 giugno 2016

UJB giugno: 3 styling, 1 plant

3 styling, 1 pianta. Questo è il tema di Urban Jungle Blogger giugno.
Avendo notato la mia passione per le piante grasse (il davanzale della finestra ospita diversi vasetti con contenuto in decadenza), la mia vicina ha pensato di regalarmene una in fiore. Se l’avessi coltivata io, probabilmente sarebbe morta molto prima di fiorire, ma per fortuna, la vicina ha un pollice molto più verde del mio ed ha fatto un buon lavoro.  Il fiorellone rosso lascia davvero a bocca aperta, quindi non potevo scegliere né piantina, né momento migliore per realizzare gli styling.
Il primo è ambientato sulla mensola del camino della mia casetta. I cooprotagonisti hanno tutti un tocco red e sono tutti pezzi vintage ereditati dai nonni.
Del tagliere vi ho già parlato qui: ha una simpatica stampa sul fronte e due pratici manici in metallo.
Le matrioske sono le guardiane della casa. È loro il compito di controllare che entrino solo vibrazioni positive. Sono sempre lì, schierate come un esercito sulla mensola diy vicino all’ingresso. Le ho spostate solo per l’occasione.
Per tutto il corso della mia infanzia, le ho torturate, smontandole e combinandole a ripetizione, sotto gli occhi vigili della nonna, che si assicurava che non le rompessi. Tuttavia io lo so che non nutrono rancore nei miei confronti. Lo leggo nei loro dolci sguardi.
Il cofanetto in latta è lo storico contenitore del “Malto dell’Abate Kneipp”, ricco in illustrazioni che ritraggono scene di “vita sana”. Ora le confezioni del malto, hanno perso gran parte della loro poesia, ma le superstiti degli anni ’40, sono ancora reperibili su eBay.



Il secondo styling è nato per caso. Ho osservato il tavolo su cui stavo lavorando. Un caos calmo di riviste, tessuti, colori e la mia inseparabile agendina. Mi è bastato aggiungere la piantina e mettermi in punta di piedi sullo sgabello, per scattare una foto dall’alto in stile Instagram.


Il terzo styling è dedicato a Giugno. Manca poco all’inizio dell’estate, così ho allestito, sul piano della mia consolle di recupero, un mood ispirato alla spiaggia.
Il cestino in plastica verde ossido, l’ho trovato nella cantina delle meraviglie, ha il classico look da mercatino dell’usato.
Le conchiglie sono gusci di capesante. La mia dolce metà (ottimo cuoco) le usa negli impiattamenti degli antipasti a base di pesce. Io, vegetariana, preferisco utilizzarli come elementi di home decòr.
Ho aggiunto un telo mare ed una lanterna colorata che mi ha fatto pensare alle fresche sere d’estate.


Seguite UJB e curiosate tra gli styling degli altri bloggers.
Qual è il tuo styling preferito?

domenica 5 giugno 2016

Punto basso a finger crochet

Ebbene sì, è Lunedì, ma non disperate non è un Lunedì qualsiasi. È un nuovo #lunedìuncinettoso!!
Impariamo il punto basso o maglia bassa, ma al posto dell’uncinetto, utilizziamo le dita. Chi già conosce il punto basso, non avrà difficoltà, perché i movimenti verranno spontanei. Chi invece non lo conosce, memorizzerà i passaggi con più facilità e ripeterli con l’uncinetto sarà una passeggiata.


L’indice sarà il nostro uncinetto: questa tecnica, si chiama finger crochet. Possiamo applicarla su un filato spesso, che di norma abbineremmo ad un n°14.
Il mio filato è una fettuccia corallo molto larga che ho acquistato all’Hobby Show. Mi piace da matti!


Nei pattern italiani, ad indicare il punto basso troviamo la sigla pb; in quelli scritti in inglese sc (single crochet) o sl st (slip stitch).
Nelle immagini dimostrative degli schemi, il punto basso è rappresentato da una X.

Siete pronti per cominciare?     
Iniziamo una lavorazione lineare partendo da nove catenelle (trovi il tutorial delle catenelle qui). Lavoreremo solo su otto di esse, perché quella finale ci servirà per girare il lavoro..



Arrivati alla nona catenella,* giriamo il lavoro e passiamo l’indice al’interno del’anello successivo.



Arrivati qui, sul nostro indice abbiamo due “linee di filo”. Il primo, quello più in basso, è l’anello di partenza; il secondo è l’anello in cui stiamo lavorando la prima maglia bassa.


Passiamo il filo sull’indice e poi facciamolo passare attraverso l’anello in cui stiamo lavorando (quello più in alto).



A questo punto, sul nostro dito ci sono due linee di filo: la prima è l’anello della catenella di partenza, la seconda, il filo che abbiamo passato attraverso quest’ultimo.


Passiamo di nuovo il filo sull’indice e tiriamolo fuori, facendolo passare attraverso entrambe le “linee di filo”.*



Ed ecco il primo punto basso!



Ripetiamo da * a * lavorando sul’anello della catenella seguente.
Proseguiamo fino all’ottava catenella.


Arrivati a questo punto, abbiamo terminato il primo giro. Per proseguire con una lavorazione lineare (da cui si ottiene una forma rettangolare o quadrata) facciamo una catenella. 


Giriamo il lavoro e ricominciamo con le maglie basse, facendo attenzione che il nostro dito attraversi entrambi i lembi delle V che si sono formate con il primo giro di punti bassi. Si va avanti così fino a che il vostro lavoro non raggiungerà l’altezza che desiderate.


Spero come sempre, di essere stata chiara. Seguitemi sui social, per guardare il video del primo giro!

P.S. Vuoi esercitarti con il punto basso? Sullo shop, trovi dei set per costruire due cuori, completi di tutorial, mini-gomitoli di fettuccia ed uncinetto. Scegli i tuoi colori!





Post più popolari